Chiesa dei SS. Lorenzo e Colombano

La chiesa di Oga, divenuta parrocchiale nel 1632, è intitolata a S. Lorenzo, il santo straziato sulla graticola che si festeggia il 10 agosto.
In occasione della festa patronale, sul terrazzo naturale di Tadè che domina il paese vengono accese le tradizionali “fiamme di S. Lorenzo”, enormi falò che rievocano insieme il martirio del santo e antichi riti pagani di rinnovamento e rigenerazione della natura dopo il raccolto. Questi falò ricordano infatti l’incenerimento dell’ultimo covone che, in epoche lontane, veniva bruciato al termine della mietitura per accrescere la fertilità dei campi.

La chiesa attuale, in stile neo-gotico, fu edificata nel 1904, dopo che un rovinoso incendio distrusse l’antica cappella medievale, documentata sin dal 1347.
L’edificio, a navata unica, presenta un soffitto a cassettoni lignei, stilisticamente affini ai tre altari, opera di intagliatori locali.

All’interno sono conservate due preziose ancone, entrambe risalenti al 1538. Prodotte secondo gli stilemi tedeschi, sono due esempi notevoli di Flügelaltar, letteralmente altari con le ali, cosiddetti per via delle portelle apribili, che venivano spalancate solo nei giorni di festa per mostrare le opere scultoree e i rilievi racchiusi all’interno. Dei due altari, l’Altarolo della Madonna col bambino fra i santi Lorenzo e Fedele fu commissionato all’intagliatore tedesco Giorgio Podel.
A modelli nordici rimandano le fattezze dei personaggi, la resa delle vesti, l’intaglio dei volti e anche le interessanti scene a tempera dei battenti che propongono, sul lato interno, il Martirio di S. Barbara, a sinistra, e la Maddalena attorniata dagli angeli, a destra, mentre sul lato esterno S. Pietro e S. Paolo. La seconda, detta Anconetta con Natività, di struttura più semplice, proviene probabilmente dal Tirolo meridionale. Presenta al centro la scena della Natività e internamente sulle portelle, in altorilievo su un fondo dorato a racemi, S. Colombano e S. Lorenzo, patroni della chiesa. Sul retro è invece dipinta a tempera la scena dell’Annunciazione. Quest’opera si rifà, come molte altre ancone del periodo, a modelli standardizzati, poiché la richiesta di questa tipologia di arredi liturgici era al tempo molto frequente.

Chiesa dei SS. Lorenzo e Colombano

Associated content

Plan Your Holiday

Sign up for the newsletter from Bormio, the wellness mountain

Keep in touch and don’t miss out on the latest news and new season openings. We promise not to inundate you with messages, we will only write to you when we have something to tell you or share with you!

Sign up for the newsletter
Facebook Instagram Youtube Twitter

Bormio

© 2022

Associazione Promozione Turistica Bormio Marketing
Via Roma 131/B 23032 Bormio
Tel: +39 0342 903300
Email: info@bormio.eu

Brands

You are searching for:

Thank you

We sent you an email. To activate the newsletter click on the link you will find in the message, thank you!

Close

Mixed filters

Reset filters

Location

For a rainy day

If it's raining you can filter the content on the site to favour indoor activities.

It's raining?
Close

Request information

Request sent directly to the hotel


I tuoi dati


Enter the dates of your stay

-

Room 1

Close

Request information

Standard enquiry sent to the tourist information office.


Close

Register for our Newsletter


Cancel
Close

Credits

Bormio Marketing Archive

Close

Thank you

Your request has been successfully submitted, we will reply to you as soon as possible. A copy of your message has been sent to your email address.

Close

Select a period and filter the site based on your holiday dates

close