​#wellnessmountain  | 
IT | EN
Binomio perfetto per i turisti: il trenino rosso e il Santuario della Madonna di Tirano

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

Il Santuario della Madonna di Tirano, sorge al crocevia tra l’Italia e la Svizzera, a Tirano. Proprio in virtù della sua posizione è da sempre meta di fedeli provenienti da tutta l’Europa.

L’Apparizione della Madonna

Stando alla tradizione, all’alba del 29 settembre 1504 la Madonna apparve a Mario Omodei promettendo la cessazione della peste, che in quel tempo imperversava in Valtellina, se la popolazione avesse edificato una chiesa in suo onore in quel punto esatto. I tiranesi incominciarono la costruzione e, in data 25 marzo 1505, nel corso di una solenne cerimonia, fu posta la prima pietra dell’edificio, ai piedi della medievale chiesetta di Santa Perpetua, che si trova su uno sperone di roccia sovrastante la piazza. Nel 1528, la basilica fu consacrata ufficialmente.

L’Altare dell’Apparizione e l’organo

Il Santuario della Madonna di Tirano, a tre navate a croce latina, è sicuramente il massimo esempio del Rinascimento in Valtellina. L’esterno, abbastanza semplice ed austero, contrasta con l’interno, in stile barocco, ricco fino all’esuberanza di stucchi e sculture tra cui spicca il colossale organo ligneo seicentesco.  Sul luogo dove apparve la Madonna, sorge oggi la Cappella dell’Apparizione, il cuore del Santuario. Sopra l’altare, è posta la statua lignea delle Vergine e, dietro, il luogo dove Maria posò i suoi piedi e dove, oggi, si possono vedere gli ex voto dei fedeli che vengono in pellegrinaggio.

Visita il sito di Valtellina terziere Superiore