​#wellnessmountain  | 
IT | EN
La Chiesa di S.Gallo, solitaria in mezzo ai prati della Valdidentro

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

Situata a occidente di Bormio e incastonata tra la cima della Reit ed il gruppo della Cima Piazzi, la Valdidentro si allunga fino a Livigno e ai confini della Svizzera. Risulta essere uno dei comuni più estesi della Provincia di Sondrio con i suoi 24.000 ettari e, inserito nel Parco Nazionale dello Stelvio, offre un ambiente splendido con boschi, laghi alpini, fiumi e ghiacciai senza dimenticare alcune bellissime valli come la Val Lia, la Val Viola e la Valle di San Giacomo. Composto da diverse frazioni, spicca Isolaccia, sede comunale.

Sulle vie degli antichi commerci

Situata in una posizione strategica, tra nord e sud Europa, in passato, prima della costruzione dello strada dello Stelvio nel 1825, i mercanti bormini di vino e sale erano obbligati a transitare sulle strade regali di Umbrail e Fraele, proprio in Valdidentro. Ancora troneggiano, sull’antico percorso, le due Torri di Fraele, un tempo inserite in un sistema di fortificazioni più complesso edificato intorno al 1390, che serviva a sbarrare l’entrata nel Bormiese. Oltre al commercio, grazie alla presenza di ampi pascoli, la popolazione era dedita ad altre attività, come l’allevamento bovino ed ovino. Molto importante era anche l’attività siderurgica, data la presenza di antiche miniere di ferro, già presente nel  XIII secolo fino al 1875, quando furono definitivamente abbandonati gli opifici di Premadio. Testimonianza dell’attività di estrazione e lavorazione del ferro è la Ferriera Cornelliani (clicca qui per il tour virtuale), completamente restaurata e oggi sede di mostre, concerti, laboratori.

Le dighe di Cancano

La Valdidentro è nota anche per la presenza di due enormi dighe, quella di Cancano (costruita tra il 1953 e il 1956) e quella di S. Giacomo (la cui costruzione, iniziata nel 1940 a causa della Seconda Guerra Mondiale, si concluse solo nel 1950) che alimentano le centrali idroelettriche a fondo valle, come quella di Premadio. La Centrale di Rasin, invece, oggi non è più in funzione ma, durante l’estate, vengono organizzate delle visite guidate.

/ TUTTI GLI ARTICOLI

Visita alla Ferriera Corneliani

Scopri la storia della Ferriera Corneliani

Visita alla Ferriera Corneliani