​#wellnessmountain  | 
IT | EN
La Val Viola, da non perdere a Valdidentro

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

Panoramica sulla Val Viola

Albergo Viola-Baite Cagnol-Sattarona-Soleir-Funera-Stagimei-Arnoga (sentiero N148 / N128 / N290)

Di fronte all’albergo Viola, il località Arnoga, lungo la SS. 301 che porta a Livigno, si imbocca il sent. N148 che, dopo due tornanti in salita giunge alle Baite Cagnol. Il percorso, in salita, inizialmente tra i boschi e poi lungo i pascoli, offre una splendida visuale dei montagne circostanti: S. Colombano, Cima Piazzi, Corno Sinigaglia, Corno Dosdè e Cima Viola. Al bivio, in loc. Soleir, si sale verso monte lungo un tratturo non segnalato fino alla loc. Sattarona da dove si ha una splendida vista sulla vallata e verso la Val Verva. Da qui, si imbocca il sent. N128 che, dopo aver passato Stagimei, prosegue in discesa tra pascoli e prati. Il ritorno è previsto lungo il sent. N290, la strada carrabile principale della Val Viola fino ad Arnoga.

Lunghezza 11 km – Durata Trekking 3 h 32 min. – Difficoltà facile – Quota max. 2377 m – Dislivello 497 m.

Scopri il percorso interattivo

Stampa il PDF del percorso

Guarda il tour virtuale della Val Viola

Giro dei Laghi di Cancano

Ristoro Monte Scale-Ristoro San Giacomo-Ristoro Val Fraele-Ristoro Monte Scale – (sentiero N199)

Partendo dal Ristoro Monte Scale, lungo la strada sterrata N199, attraverso un percorso con pochi dislivelli, si costeggia prima la diga di Cancano e, a seguire, quella di S. Giacomo di Fraele. L’itinerario prevede il giro completo del lago di S. Giacomo, l’attraversamento della diga e il ritorno al punto di partenza costeggiando sempre la diga di Cancano fino al Ristoro Monte Scale.

Lunghezza 16,8 km – Durata Trekking 4 h 27 min. – Difficoltà facile – Quota max. 1980 m – Dislivello 35 m

Scopri il percorso interattivo

Stampa il PDF del percorso

Guarda il tour Virtuale dei laghi di Cancano

 

Partendo dai Laghi di Cancano, è possibile effettuare anche altre escursioni. Dalle Torri di Fraele, le due torri medievali che si trovano a guardia della Valdidentro, è possibile raggiungere la Croce del Monte Scale seguendo la mulattiera N197.1 posta sul davanti, più impegnativa, o il sent. N197, posto sul lato opposto. Partendo invece dalla seconda diga, quella di S. Giacomo, è possibile percorrere la Val Alpisella, sent. N138 e N138.1, dove si trovano le sorgenti del fiume Adda e raggiungere Livigno.