​#wellnessmountain  | 
IT | EN

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

Dalla Valtellina all’Engadina

La strada del Bernina, aperta tutto l’anno, è il sogno di ogni motociclista: ricca di tornanti ma comunque larga e a due corsie, parte da Tirano, a 429 m., percorre la Val Poschiavo e raggiunge il suo apice all’omonimo passo, a 2323 m. Da lì, si consiglia di continuare fino a St. Moritz, gioiello glamour dell’Engadina. Per il rientro consigliamo di percorrere la strada della Forcola aperta, però, solo durante i mesi estivi.

Il Percorso

Da Tirano, a 30 km da Bormio, si entra in territorio elvetico ed inizia la salita tra boschi e piccoli borghi per raggiungere il mitico Passo del Bernina. Giunti al valico, potrete ammirare gli splendidi laghi alpini, il lago Bianco, quello Nero e quello di Crocetta, e il ghiacciaio del Cambrena. La discesa, lenta e graduale, vi porterà ad ammirare le montagne del Gruppo del Bernina, tra cui il Piz Bernina (4049 m.) che fanno da cornice al ghiacciaio del Morteratsch. Passando di fianco a Pontresina e Celerina, paesini in tipico stile engadinese, raggiungerete St. Moritz. Dopo un giro in paese, tra negozi di lusso e cioccolaterie di fama internazionale, potete riprendere la strada del Bernina e, poco dopo il passo, troverete la deviazione per il Passo della Forcola (2315 m). La strada per raggiungerlo non presenta molti tornanti ma è quasi totalmente in rettilineo in mezzo ai pascoli d’altura ed è un piacere percorrerla in moto. Arrivati al passo, entrerete in territorio italiano fino a raggiungere Livigno, zona extra-doganale. Potrete rientrare a Bormio transitando attraverso il Passo d’Eira e il Passo del Foscagno (aperti tutto l’anno), dove si trova la dogana della Guardia di Finanza.

Totale percorso: 180 km

Importante: ricordarsi di portare un documento valido per l’espatrio (carta d’identità o passaporto) sia per gli adulti che per i bambini