bormio.eu | Museo dei Sanatori
​#wellnessmountain  | 
IT | EN

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

/Museo dei Sanatori

Il Museo, di recente istituzione, è stato creato per raccontare la storia dei sanatori costruiti in Valtellina durante il Novecento (in particolare, i sanatori di Sondalo, “Morelli”, “Abetina”, “Vallesana”, “Pineta di Sortenna”).

Si trova all’entrata dell’Ospedale “Morelli”, nei locali che un tempo erano destinati all’accettazione dei pazienti. Il percorso museale si divide in tre parti e, al suo interno, ricca è la collezione di oggetti e immagini d’epoca che testimoniano la nascita e l’attività dell’ex Villaggio Sanatoriale.

La prima parte del percorso è dedicata alla tubercolosi che, tra il XIX e XX secolo, assunse i caratteri di una vera emergenza sanitaria per fortuna in gran parte debellata negli anni Sessanta, grazie all’avvento degli antibiotici.

La seconda parte del percorso è dedicata alla cura e ai sanatori. Questi erano costruiti per prevenire il contagio, promuovendo l’isolamento dei malati in maniera confortevole. L’architettura di queste strutture seguiva il criterio del funzionalismo e puntava sugli elementi naturali (aria, luce e sole) come medicina per fortificare i malati e favorire la guarigione.

L’ultima parte è dedicata al Villaggio sanatoriale di Sondalo, attivo per 25 anni, dal 1946 fino al 1971, quando fu trasformato in ospedale generale.

Museo dei Sanatori: indirizzo ed orari

  • Apertura su richiesta per visite guidate
  • Luglio e Agosto | giovedì, venerdì e sabato dalle 14:00 alle 18:00

Per maggiori informazioni: