bormio.eu | Alla scoperta degli eventi della tradizione
​#wellnessmountain  | 
IT | EN

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

/Alla scoperta degli eventi della tradizione

La storia millenaria di Bormio e delle sue valli è testimoniata, oltre che dall’arte, dai palazzi, dalle chiese e dai musei, anche dalle tradizioni che affondano le proprie radici nel passato, vengono preservate e riprese nel presente con un occhio di riguardo alle future generazioni. Il folklore, la festa e, in alcuni casi anche la competizione sono tutti elementi che fanno sì che queste usanze siano ancora molto sentite tra gli abitanti del bormiese con la voglia di rendere partecipi anche villeggianti e turisti.

Tra religione e superstizione

La più importante tradizione del bormiese, i Pasquali, che hanno luogo ogni anno il giorno di Pasqua, ha sicuramente una forte impronta religiosa. Altre, invece, affondano le loro radici nella superstizione e nella leggenda, come il Gabinát (6 gennaio), L’è fora genejron (31 gennaio) e L’è fòra l’ors de la tana (2 febbraio).

Il Carnevàl di Mat (l’ultima domenica di Carnevale) nasceva come momento goliardico di sfida al potere e il Palio delle Contrade (a febbraio), metteva in (sana) competizione i Reparti del paese che si sfidavano sugli sci.

Tradizioni e vita quotidiana

Altre, come la Benedizione degli animali (17 gennaio), la Serra (quando c’era un matrimonio) o le Fiere (19 giugno ed inizio ottobre) erano legate alla vita di tutti i giorni, alla famiglia, agli animali e al commercio.

/ TUTTI GLI ARTICOLI

Se sarai a Bormio durante il periodo di carnevale, sicuramente non ti annoierai.

Carnevale a Bormio: tra folklore e divertimento
La serata dei dolci valtellinesi nel cuore di Bormio

Tre appuntamenti davvero imperdibili durante la stagione estiva per conoscere meglio Bormio e i suoi prodotti,

Mestieri in piazza a Bormio
A Bormio, non c’è Pasqua senza Pasquali