​#wellnessmountain  | 
IT | EN

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

Rifugio Pizzini – Passo Zebru’ – Rifugio Quinto Alpini – Baita del Pastore – Rifugio Campo – Niblogo

Dal rifugio Pizzini si imbocca il sent. S529 verso il passo Zebru’, un sentiero facilmente percorribile, lungo il quale si possono ammirare il maestoso Gran Zebru’ e le trincee della Prima Guerra Mondiale. Dal passo inizia una discesa ripida e panoramica. Dopo il primo tratto, la pendenza si fa piu’ tranquilla e si raggiunge un bivio.

La camminata prosegue sul sent. S5291.1, a mezza costa, lungo i ghiaioni ai piedi della Cima Miniera, fino ad un nuovo bivio. Qui inizia una salita regolare, che porta al Rifugio Quinto Alpini, dove si ha una vista spettacolare sull’intera vallata. Dal rifugio inizia poi la discesa, che, per il primo tratto, coincide con il tracciato percorso in salita e poi prosegue sul sent. S516 fino a raggiungere la Baita del Pastore. Da qui la discesa diventa piu’ agevole sulla strada carrabile S529 della Val Zebru’, passa per il rifugio Campo ed arriva infine, al parcheggio di Niblogo. Val Zebru’: eco di un amore infelice Si racconta che un grosso masso bianco, posto sotto il ghiacciaio della Miniera, ricordi agli escursionisti le vicende di Zebrusius, sfortunato cavaliere innamorato della sua donna e delle nostre montagne che si trasferi’ in questa valle in seguito ad una forte delusione amorosa.

Distanza: 19 km 126 m

Dislivello: 1449 m

Tempo di percorrenza: 5 – 7 ore

Scopri maggiori informazioni sul percorso