bormio.eu | Giornata Internazionale della donna: le donne di Bormio
​#wellnessmountain  | 
IT | EN
Fiori al Giardino Botanico Alpino Rezia

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

/Giornata Internazionale della donna: le donne di Bormio

Celebriamo le grandi donne di Bormio

L’8 marzo è un’occasione per celebrare tutte le donne e ricordare le loro conquiste sociali, economiche, politiche e culturali.

Le donne che a Bormio si sono distinte per il loro lodevole operato sono parecchie. Ne vogliamo ricordare alcune e qui sotto raccontare i profili di questi personaggi straordinari.

 

Le grandi donne di Bormio

Caterina Alberti

1550 – 1615

Esponente di una delle famiglie più nobili del contado, dona il suo patrimonio alla fondazione del primo liceo di Bormio, la collegiata dei gesuiti, arrichendolo oltrettutto di importanti opere letterarie.

Nella foto: il ginnasio di Bormio

bormio donne donna palazzo alberti

Algelica Silvestri

seconda metà dell’800

Insegnante, mette a disposizione la sua casa per dare assistenza ai bambini di Bormio in difficoltà. Il suo operato porta alla fondazione dell’asilo di Bormio.

Nella foto: l’asilo Suore Maria Bambina di Bormio

bormio donne donna

Ina dei Cas 

1879 – primo ventennio del ‘900

Una delle donne della Resistenza italiana. Anche dopo l’incarcerazione e aver rischiato la vita sotto torture e violenze, non ha mai rinunciato al suo prezioso lavoro silente a favore dei Partigiani.

bormio donne donna

Virginia Castellazzi

1885 – 1962

Conosciuta da tutti come l’erborara, dedica la sua vita a ricercare e raccogliere le erbe medicinali spontanee di Bormio e, con esse, curare i malati del paese.

Nella foto: ricetta scritta a mano da Virginia. In alto in rosso, il suo timbro di commerciante.

bormio donne donna

Lina Rini Lombardini

1889 – 1973

Insegnante e instancabile ricercatrice, nel corso della sua vita rintraccia e raccoglie novelle e leggende di Bormio e della Valtellina, permettendo a noi oggi di accedere a questi racconti altrimenti destinati ad andare perduti.

Tilde Pelosi

Anticipatrice dei tempi, riluttante alle convenienze e agli stereotipi, è una delle prime donne a gestire un albergo, a competere in gare sciistiche e a guidare l’auto.

Nella prima foto: Tilde Pelosi

Nella seconda foto: Squadra di sci agonistico in Valtellina

Carla Clementi

1921 – 1993

Attraverso le sue opere pittoriche, racconta a tutta Italia la storia della vita a Bormio, esaltando il lavoro delle contadine montanare e celebrando le bellezze degli ambienti naturali della Magnifica Terra.

Cecca Sertorelli

Una delle prime campionesse donna sugli sci e maestre di questo sport.

Nelle foto: Cecca Sertorelli e la sua squadra di sci

Deborah Compagnoni

1970

E’ la prima atleta donna ad aver vinto una medaglia d’oro in tre diverse edizioni dei Giochi olimpici invernali nella storia dello sci alpino. La campionessa ha dato lustro a tutto il comprensorio Bormio, elevandone il nome in tutto mondo.