​#wellnessmountain  | 
IT | EN
sci alpinismo a bormio

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

Il comprensorio di Bormio offre la possibilità di praticare lo scialpinismo su percorsi escursionistici in sicurezza.

Trattandosi di uno sport di resistenza, se sei un neofita, ti suggeriamo di affrontare questa disciplina con la consapevolezza che si tratta di uno sport meraviglioso, adatto a tutti ma che va intrapreso per gradi per allenare le proprie capacità aerobiche e anaerobiche. Vedrai che con la costanza e la forza di volontà otterrai buoni risultati.

Scialpinismo: precauzioni e sicurezza

Con questo articolo ti vogliamo suggerire due itinerari classici in ambiente, da fare in giornata. Ricordati che ti troverai al di fuori di piste attrezzate ed è, dunque, fondamentale avere i materiali adatti: sci e scarponi da ski alp, bastoncini e pelli di foca.

Sebbene si tratti di una disciplina alla portata di tutti, ti consigliamo di praticarla affiancato da una guida alpina o da un maestro di sci. Inoltre, è importante portare con sé l’attrezzatura adeguata che, in caso di pericolo, ti consentirà di praticare l’autosoccorso in valanga: zaino con ARTVA, pala e sonda.

sci alpinismo a bormio con la guida marco confortola

Scialpinismo: gli itinerari consigliati a cura di Alta Valtellina Outdoor

Per visionare gli itinerari per lo scialpinismo che il comprensorio di Bormio offre, collegati al sito maps.altavaltellina.eu dove avrai la possibilità di prendere visione delle mappe navigabili Alta Valtellina Outdoor.

Questo servizio ti permette di organizzare le uscite sul territorio dell’Alta Valtellina, sia durante la stagione invernale che quella estiva, suddividendo la tipologia di percorsi in base ai propri interessi (trekking, mountain bike, ciaspole, sci alpinismo). È possibile scegliere tra

  • Percorsi Classici, consigliati dal sistema
  • Creazione Guidata che permette di creare la propria escursione tramite un procedimento guidato
  • Percorso Fai da Te che offre la possibilità di comporre il tragitto scegliendo i punti di passaggio cliccando direttamente sulla mappa
  • Percorsi Preferiti dove vengono salvati i tragitti già creati in precedenza.

È quindi possibile per l’utente calcolare il percorso delle escursione, ottenere il roadbook completo, individuare i punti d’interesse ed i servizi turistici presenti nel territorio attraversato, visualizzare foto e filmati ed effettuare il download dei dati per l’inserimento nel GPS.

Itinerari di scialpinismo

Scopri di seguito gli itinerari consigliati per la pratica dello scialpinismo: per ognuno di questi, oltre ad una breve descrizione, è possibile visionare la mappa interattiva.

Giro Felice

  • Itinerario: Isolaccia – Prescedont – Ciuk – Pone – Ponte Felice – Palancana
  • Periodo: dicembre – aprile
  • Lunghezza: 8 km, 366 m
  • Durata: 3h – 4h
  • Quota massima – minima: 2191 m – 1380 m

Descrizione

Si parte dalla località Zardin di Isolaccia e nella prima parte si risale la strada che d’estate conduce attraverso la località Pezzel alla Madonnina di Presendont e da lì, dopo aver imboccato la val di Borron, alla località Ciuk. Da qui parte al il percorso che, con pendenza minima e regolare, porta ad attraversare i pascoli delle Pone e i stupendi boschi di cembro. Una volta raggiunto il solco della Val Bocciana si attraversa il Ponte Felice e, dopo alcune inversioni in salita, ci si porta nei pressi della stazione di arrivo dello skilift Palancana.
Il percorso prende il nome dal Felice Rocca, che per primo ha intuito la possibilità di segnare e risalire questo itinerario.

Scarica l’itinerario in formato pdf: Giro Felice

Tour de Trosc

  • Itinerario: Bormio – Piatta – Baite di Lecia – Bormio 2000
  • Periodo: dicembre – aprile
  • Lunghezza: 6 km, 472 m
  • Durata: 2h – 3h
  • Quota massima – minima: 2043 m – 1196 m

Descrizione

Dapprima si percorrono i prati sottostanti la frazione di Piatta, poi dopo aver attraversato la strada che conduce alla contrada di Gotrosio, si risale le innumerevoli baite utilizzate d’estate durante la fienagione. È un continuo entrare ed uscire da radure boschive, svoltare su ampi prati, attraversare valli segnate da rivoli d’acqua. Se si ha l’occasione di fermarsi, si può volgere lo sguardo sulla Valdisotto e sulle cime del gruppo Cima Piazzi. Il percorso in alto permette diverse alternative: si può passare davanti alla baita Lecia e su facile strada innevata e battuta fino a raggiungere la località Bormio 2000 oppure continuare la salita e andare a raggiungere la pista Bimbi al sole che scende dal Cimino. Il Tour de Trosc è un itinerario completamente nel bosco e quindi percorribile anche in giornate fredde e ventose.

Scarica l’itinerario in formato pdf: Tour de Trosc

Licenza Creative Commons
Opera distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale.

Ph: Outdoor Studio

19 Gennaio 2018 | 17:58