bormio.eu | Ricetta degli Sciatt
​#wellnessmountain  | 
IT | EN
Uno dei piatti simbolo dell'enogastronomia valtellinese: gli sciatt

| LA TUA VACANZA INIZIA DA QUI

Scopriamo come preparare queste saporite frittelle di grano saraceno con al loro interno un cuore caldo e filante di formaggio.
Il termine sciatt viene utilizzato nel dialetto valtellinese per indicare i rospi. Tuttavia questo piatto valtellinese, servito generalmente come antipasto, ha ben poco a che fare con questo animale: forse il paragone con il rospo è dovuto alla forma irregolare di queste gustose frittelle.

Ingredienti (dosi per 4 persone)

200 g di farina di grano saraceno;
200 g di farina 00;
10 g di grappa;
30 cl di birra;
un pizzico di bicarbonato;
sale, q.b.;
250 g di formaggio Valtellina Casera DOP;
olio per friggere, q.b.;
del cicorino per accompagnare

Preparazione

In una bacinella unite tutti gli ingredienti, ad eccezione del formaggio e dell’olio, che utilizzerete per friggere. Lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo, morbido ma non troppo liquido, che lascerete riposare per circa un’ora e 1/2 in frigorifero. Nel frattempo tagliate il formaggio Valtellina Casera DOP a cubetti di circa 2 cm. Trascorso il tempo di riposo, riscaldate l’olio in una pentola capiente, portandolo ad una temperatura di 175° e tuffate un cubetto di formaggio alla volta nella pastella. Fate dorare gli sciatt nell’olio e scolateli con una schiumerola. Servite gli sciatt adagiati su di un letto di cicorino fresco, tagliato sottile e condito.

Ricetta fornita dall’Associazione Cuochi di Valtellina e Valchiavenna

ph. copertina di Luca Pedrana