Cosa  rende uniche le proprietà delle acque termali di Bormio?
Il segreto sta tutto nei depositi che si notano intorno alle sorgenti termali. Sono aggregamenti di sostanze minerali, che in molti casi raggiungono anche dimensioni notevoli. Questi fenomeni geologici arricchiscono con elementi naturali le acque delle nove fonti presenti nella zona sopra Bormio. E’ grazie a queste minuscole particelle che si generano le speciali proprietà delle acque termali di Bormio.

Benefici per la salute

Le proprietà delle acque termali di Bormio sono molteplici e generano benefici per la salute, l’estetica e il benessere della persona. Ma c’è un altro aspetto che incide su questo fattore curativo ed è l’elevata temperatura naturale delle acque, che si spiega con il fenomeno del gradiente geotermico. In media, questo gradiente è di circa 3 gradi ogni 100 metri di profondità, ma può variare notevolmente arrivando anche valori di 3-4 gradi ogni 33 metri.

Nella profondità della terra

Le acque termali di Bormio si insinuano nel sottosuolo in profondità tra i 1000 e 1100 metri, lungo fratture e strati permeabili. Lungo questo percorso assorbono il calore per effetto del gradiente geotermico. Qui, sotto la pressione idraulica generata dal continuo flusso idrico, risalgono verso l’alto cercando una via d’uscita in superficie, generando le fonti termali naturalmente calde dell’Alta Valtellina. Un patrimonio prezioso, che da sempre Bormio condivide con tutti i suoi ospiti.

Acque curative

I benefici delle terme di Bormio sono efficaci nel trattamento di:

  • infiammazioni dell’apparato respiratorio con l’inalazione di vapor acqueo;
  • malattie di tipo reumatico e uricemico;
  • interazione benefica con la pelle;
  • affezioni della sfera genitale;
  • infiammazioni e disturbi dell’apparato digerente;
  • attività di riabilitazione post-traumatica da fratture.