Tra le opportunità invernali in Alta Valtellina vi è anche l'arrampicata su ghiaccio
/Arrampicata su ghiaccio

Arrampicare: il confronto tra uomo e natura

Arrampicare, sia su roccia d’estate che su ghiaccio d’inverno, è un emozione forte che pone di fronte l’uomo e la natura, in tutta la sua forza e con tutti i suoi limiti. Se è elettrizzante scalare una parete rocciosa durante i mesi estivi, sia outdoor che indoor, immaginate l’eccitazione, tutta invernale, di sfidare il gelo per raggiungere la cima di una cascata di ghiaccio!

L’acqua diventa ghiaccio

Quelle che d’estate sono cascate d’acqua fresca e cristallina, d’inverno diventano immobili cascate di ghiaccio. I torrenti estivi, rigogliosi e scroscianti lungo la montagna, in inverno vanno in letargo, riposano e si tramutano in una materia rigida, ma fino ad un certo punto. Il ghiaccio, infatti, non è come la roccia; la sua densità e la sua consistenza variano in base al clima e, proprio per questo, una scalata di ghiaccio non sarà mai uguale all’altra e potrete rifare più volte la stessa via trovando caratteristiche completamente diverse.

Guide Alpine

Immersi nel silenzio più assoluto, in un ambiente ovattato e candido, in contatto diretto con la natura all’interno dello splendido scenario invernale del Parco Nazionale dello Stelvio, potrete mettervi alla prova con ramponi, piccozze, corde e viti da ghiaccio. Le scalate non sono riservati a pochi atleti, anzi. Pur servendo una certa predisposizione fisica e mentale, grazie all’aiuto delle Guide Alpine, che consigliamo sempre di contattare prima di affrontare una cascata, molti, se non tutti, potranno provare l’ebrezza di scalare il ghiaccio in tutta sicurezza.

/ TUTTI GLI ARTICOLI

Rivolgetevi ai veri professionisti per scoprire la montagna e praticare le innumerevoli attività che essa offre.

Guide Alpine a Bormio