Meta ideale per gli appassionati della mountain bike è senz'altro Bormio

Centro Fondo Biathlon – Oga – Valcepina – Bormio – S.Nicolò – Valle d’Uzza – Bormio – Le Motte – Centro Fondo Biathlon

Partendo dal Centro Fondo e Biathlon di Isolaccia, in Valdidentro, seguendo il tracciato della pista, si raggiunge loc. Le Motte, in Valdisotto. Da questo punto, si procede in direzione Oga. Dal centro del paesino, proseguendo verso Calosio, s’intraprende una scorrevole discesa su strada sterrata che conduce nella zona delle sorgenti dell’acqua Levissima fino alla loc. Valcepina. Salendo un’impegnativa mulattiera, si raggiunge la loc. Dosso dal quale si scende verso il campo sportivo di S. Lucia. All’incrocio della strada statale che porta a Bormio, una volta fatto il sottopassaggio, s’imbocca la ciclabile Alute dove, dopo 1 km, si procede a sinistra sulla strada sterrata che porta a Bormio, in zona Funivie. Percorrendo la via Funivia si procede dritto fino alla chiesa del Sassello dove inizia il sentiero che porta a Uzza, in Valfurva.

Da questo punto si attraversa il ponte e dopo un breve ed impegnativo tratto di salita si raggiunge la strada statale per S. Nicolò. Da qui, nei pressi della chiesa, si svolta a sinistra per Teregua e attraverso la strada militare dell’Ables si procede in direzione valle d’Uzza, dopo una serie di single trek nei boschi della Reit, si raggiunge Baitin del Mago; da questo punto, svoltando a sinistra, si arriva nella Piazza del Kuerc a Bormio. Transitando lungo il paese si arriva in zona Pentagono e, in prossimità del fiume Adda, si intraprende la strada sterrata che porta a Premadio in loc. Planecc dove ci si inoltra in un folto bosco fra i saliscendi della pista di ski roll fino a raggiungere nuovamente Le Motte; da questo punto si rientra verso il Centro Fondo Biathlon.

Distanza: 35 km

Dislivello: 955 m

Difficoltà media

Tempo di percorrenza: agonista 2 h 30’ – amatore 3 h 00’ – cicloturista 4 h 00’